Archivio

Posts Tagged ‘spettacoli palermo’

Sergio Vespertino in “Il Signor Vattelappesca”

14 aprile 2013 Daniela Nessun commento

Alzi la mano chi non ha sentito, almeno una volta nella sua vita, il desiderio di volare. Penso proprio tutti. E quando dico volare, intendo senza l’ausilio di mezzi meccanici, volare semplicemente aprendo le braccia e… trovarsi a spasso per aria .

Questo divertente racconto ha la leggerezza di una favola, la comicità di tanti accadimenti giornalieri, strampalati e veri, la poesia dedicata all’idea del volo, del cielo, del sole e anche di un albero. Il Signor Vattelappesca é un uomo che si trasforma in un uccello, ma esclusivamente dentro di sé, nessuno lo sa, e nessuno mai capirà. Il Signor Vattelappesca potrebbe essere benissimo ognuno di noi, se solo dessimo unicamente ascolto alle parole libertà e fantasia.

Sergio Vespertino interpreta questo divertente, buffo e strano personaggio, non smette mai di farci tanto ridere, come tanto riesce nel portare per mano il nostro desiderio di volare.

Le musiche di Pierpaolo Petta alla fisarmonica ben congegnate con lo spirito del racconto, permettono di aprire spazii ai sentimenti dell’animo di chi ascolta.


DAL 12 APRILE AL 09 GIUGNO 2013
VEN. E SAB. ORE 21.30 DOM. ORE 18.45

BIGLIETTI VENERDI’ E DOMENICA: INTERO euro 16,00 + diritto prevendita
RIDOTTO (Cral; Diamond,Ideanet,Inprimafila) euro 14,00 + diritto prevendita
RIDOTTO under 30 over 60 tessera AGIS SENIOR, OVER 60 ANN euro 12,00 +
diritto prevendita INTERO WEB: euro 13,00
BIGLIETTI SABATO Intero euro 16,00 + prevendita
INTERO WEB 16,00 euro su agricantus.org e circuitoboxofficesicilia.it

Irio De Paula in concerto all’Agricantus

14 aprile 2013 Daniela Nessun commento

MARTEDÌ 16 APRILE ORE 21.30

Irio de Paula, definito dalla critica il più affascinante dei  chitarristi brasiliani, nella sua lunga carriera, (a soli sei anni già  suonava alla radio di Rio in una band con i fratelli: “Os Pinguins de  Bangù”) ha suonato con i migliori musicisti del suo paese quali Paulo  Moura, Baden Powell, Rauzinho, Dijalma Ferreira, Juarez e tanti altri  ancora da Astrud Gilberto a Chico Buarque; ha effettuato numerose  registrazioni, più di sessanta tra cd e lp: propri e con Sal Nistico,  Steve Grossman, Dannie Richmond, Archie Shepp, Don Pullen, Ray  Mantilla e tanti altri ancora.

Negli anni ’70, concluso il tour  europeo con la cantante brasiliana Elza Soares (ed il noto calciatore  Manè Garrincia!) e dopo la partecipazione, col proprio trio, al  Festival Jazz di Pescara in apertura del concerto di Ella Fitzgerald!  Ha deciso di stabilirsi in Italia.

Da allora, è stato ospite dei  principali programmi musicali della Rai e della TV italiana da  “Domenica in” a “Per una sera d’estate”,”Amico flauto”. Nella colonna  sonora film-cult “L’ultima neve di primavera” ha suonato e cantato “A  criança” e sempre con F. Micalizzi ha partecipato a trasmissioni Tv di  Corrado.

Ha partecipato a numerosissime Rassegne e Festival Jazz: si è  esibito, sia da solo che in trio, nei più prestigiosi e gloriosi  Teatri, dal Sistina di Roma al Petruzzelli di Bari, al Piccolo Regio  di Torino, al Metastasio di Prato, al Rossini di Pesaro, al Politeama  Greco e al Paisiello di Lecce, al Festival Intern. Jazz Tabarka in  Tunisia, al 30° Umbria Jazz; invitato a vari Festival Internazionali  di Chitarra etc.

BIGLIETTI : INTERO euro 18,00 + diritto prevendita
RIDOTTO (Cral; Diamond,Ideanet,Inprimafila) euro 16,00 + diritto prevendita
RIDOTTO under 30 over 60 tessera AGIS SENIOR, OVER 60 ANN euro 13,00 + diritto prevendita INTERO WEB: euro 15,00

Al Ditirammu “Aspettando Turidduzzu”

18 dicembre 2012 Daniela Nessun commento

Dal 1995 ogni anno a Palermo in prossimità del Natale, il Teatro Ditirammu mette in scena Ninnarò, il Presepe raccontato, una composizione di Rosa Mistretta e Vito Parrinello, un saggio di poesia popolare che umanizza e ripercorre con devozione, la celebrazione della nascita di Gesù.

Liberamente ispirato al Vangelo secondo Luca e al repertorio musicale popolare, Ninnarò si rifà alle ‘Parti’ della Novena dei sunatura, cantastorie spesso ciechi che fino a non molto tempo fa in Sicilia raccontavano fatti ed avvenimenti secondo un antico almanacco di usi e costumi popolari.

Nel 2010, quella rappresentazione, è diventato un film documentario per la regia di Vincenzo Pirrotta che nel 1995 ne fu protagonista con la regia teatrale di Mimmo Cuticchio e le scenografie di Fabrizio Lupo.

Prodotto dall’Associazione Piccoli Teatri con il sostegno dell’APQ Sensi Contemporanei, l’Accordo di Programma Quadro, dal Ministero dello Sviluppo Economico e dal Ministero Beni e Attività Culturali – DG Cinema, dal Dipartimento Regionale dei Beni Culturali, Ambientali, dell’Educazione Permanente, dell’Architettura e dell’Arte Contemporanea, dalla Sicilia Film Commission e Cinesicilia srl.

Nell’ambito delle attività del Teatro Ditirammu, durante il periodo natalizio del 2010 la rappresentazione teatrale è stata trasmessa più volte da RAI News.

Sostenuti dalle indagini antropologiche di Nino Buttitta e di Elsa Guggino con il Folkstudio, Rosa Mistretta e Vito Parrinello si sono ispirati ad alcuni antichissimi canti del Natale popolare siciliano e al prezioso suggerimento di Vincenzo Pirrotta per un personaggio realmente conosciuto a Bisacquino, nell’entroterra siciliano.

Con Turidduzzu hanno elaborato un personaggio che è la personificazione dell’immaginario popolare che spesso umanizza il sacro e lo avvicina alla quotidianità. “Sono le emozioni dell’anima dei più umili che raccolgono nella loro fantasia un sentimento profondo di fede”, affermano i due artisti, in scena con i figli Elisa (cantante e scenografa), Giovanni (musicista), la nipotina Noa (per la prima volta sulla scena) e con l’Orchestra del Teatro Ditirammu.

Il film è corredato da una pubblicazione a fumetti curata dal disegnatore Ignazio Piacenti.

La regia del film è di Vincenzo Pirrotta.

Proiezione e racconto di Rosa Mistretta e Vito Parrinello

Lo spettacolo andrà in scena a dicembre nei seguenti giorni e orari:

giorni 8, 10, 11, 12, 14, 17, 18, 19, 20, 22  – ore 17:30

venerdì 21 dicembre – ore 21:00

domenica 23, e lunedì 24 – ore 11:30

Ingesso unico €3,00

 

Ai Candelai gli Apple Scruffs presentano “John Lennon Tribute”

18 dicembre 2012 Daniela Nessun commento

Ritornano gli “Apple Scruffs” per un concerto dedicato a John Lennon e ai Beatles! In occasione del 32° anniversario dalla scomparsa del grande musicista inglese, i Cirrone Alessandro (chitarra e voce), Mirko (chitarra e voce) e Bruno (basso e voce) insieme a Ferdinando Piccoli alla batteria e Manfredi Bruno alle tastiere, rivisiteranno, mercoledì sera ai Candelai, i brani più rappresentativi di Lennon partendo dalle prime composizioni dei Beatles fino ad arrivare ai più significativi brani della sua carriera da solista.

Una corposa scaletta di circa 30 brani fatta da titoli che spaziano da”A Hard Day’s Nignt” a “Help”, dalla psichedelia della discussa “Lucy in the Sky with Diamonds” e la magica “Strawberry Fields” a “Don’t Let Me Down” e “Come Together” o “A day in the life”. E ancora brani della carriera solista come la mitica “Imagine”, “Istant Karma” e “Give peace a Chance”. Un lungo percorso, ricco e amato da tutti i componenti di questo tributo che scorrerà fino all’ultimo album “Double Fantasy”,pubblicato prima del suo assassinio.

E ancora qui e là di chicche come “How” e “How do you sleep” per i grandi appassionati.

Gli Apple Scruffs negli scorsi anni hanno partecipato, unica band italiana, a più edizioni del Beatles Festival di Liverpool, ottenendo un grande successo di critica e di pubblico in occasione dei loro numerosi concerti al “Cavern Club”, locale storicamente rinomato per essere stato il primo palcoscenico importante dei “quattro baronetti” e non solo:Rolling Stones, The Who Eric Clapton e Oasis.

Gli Apple Scruffs sono stati accolti nel migliore dei modi, grazie anche alla notevle perizia con cui i quattro ripropongono il repertorio beatlesiano, tanto da rappresentare l’Italia nei festeggiamenti del Liverpool Capital of European Culture 2008 che si è svolto proprio nella città inglese.

mercoledì 19 dicembre alle ore 22

presso I CANDELAI (via Candelai, 65)

ingresso 5 euro.


Al Nuovo Montevergini “W L’ITALIA…bene o male”, il tributo inedito dei Sun.

13 maggio 2011 Daniela Nessun commento

Anche il Nuovo Montevergini vuole dedicare un appuntamento all’Unità d’Italia ed unirsi idealmente ai festeggiamenti per il 150° anniversario. Ovviamente lo farà alla sua maniera, con un pizzico di riflessione, uno sguardo critico e ironico allo stesso tempo, attraverso un concerto guidato da suggestioni italiane, affidato ai Sun (Diego Spiataleri, Dario Sulis, Sandro Palacino), che in scena omaggeranno la storia della nazione attraverso alcuni arrangiamenti originali di alcuni classici, dal Va’ pensiero, a Bella ciao, al Piave mormorò. Lo spettacolo andrà in scena questa sera al Nuovo Montevergini alle 21.15 con un omaggio anche alla storia recente e agli autori dei nostri tempi, attraverso Povera Patria di Battiato e Il luogo dove di Gaber. Le letture di Massimiliano Geraci faranno nel frattempo da contrappunto narrativo al percorso musicale, intrecciandosi spesso con lo stesso. Anche la parola sarà guidata più da suggestioni che da un vero cammino storico, le parole di W l’Italia di De Gregori, lasceranno il posto a una riflessione di Flaiano, mentre la Costituzione sarà affidata da una particolare versione “regionale” interpretata attraverso i nostri amati dialetti, per finire con un omaggio dovuto al maestro d’Italia, il nostro Dante, attraverso la lettura del VI canto del Purgatorio “Ahi serva Italia”.

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline