Archivio

Archivio per la categoria ‘Senza categoria’

Due appuntamenti per ricordare le vittime delle stragi mafiose

21 maggio 2012 Daniela Nessun commento

A 20 anni dalle stragi del 1992 il “Comitato 23 maggio” ricorda il 22 maggio con una serie di appuntamenti Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e gli agenti delle loro scorte.

Una manifestazione in due piazze “per non dimenticare”, coinvolgendo gran parte della società civile, unita in nome dell’antimafia.

Si comincia alle 19.30 con un raduno in piazza Vittorio Emanuele Orlando. Da qui partirà la catena umana che cingerà il Palazzo di Giustizia in memoria delle vittime di mafia e in difesa della magistratura, che si è battuta per cercare verità e giustizia. Saranno presenti numerosi magistrati della direzione distrettuale antimafia. Tra questi: Antonio Ingroia e il presidente dell’Associazione nazionale magistrati di Palermo Antonino Di Matteo.

Alle 21,30 l’attenzione si sposterà in piazza Magione, lì dove Giovanni Falcone e Paolo Borsellino sono nati. Qui prenderà il via uno spettacolo dove alle esibizioni dei cantanti si alternerà alla lettura di sentenze dei Tribunali che hanno riaperto le indagini (di Caltanissetta e Firenze) e interventi degli esponenti delle associazioni antimafia.

Sul palco si daranno il cambio: i Kanat, Jack and starlighters, Othello man,  ‘Nkatu da Zyz e Famiglia del Sud. Gran finale con Tony Esposito, Giovanni Imparato e la loro band.

Presentano Mario Caminita e Cristiano Pasca, con interventi del quartetto Le Malerbe.

L’iniziativa è promossa da: Comitato Cittadinanza per la magistratura, Falcone e Borsellino…i nostri eroi, associazione Muovi Palermo e Resistenza Antimafia.

Aderiscono: 360° Roma, Addio Pizzo, Agende Rosse, ArciGay, Asp Roma, Associazione Agroetica, Associazione Giuristi Siciliani, BlowUp, Centro Commerciale Naturale Piazza Marina e Dintorni, Codifas, ContrariaMente, Comitato Bene Collettivo, Human Rights Youth Organization, Libera Palermo, Libertà e Giustizia Palermo, Libero Futuro, Ministero del Futuro, Mobilita Palermo, Movimenti Civici Sicilia, Movimento No M.U.O.S., Palermo Ciclabile, Professionisti Liberi, Rete Universitaria Mediterranea, Scuola di Formazione politica Antonino Caponnetto, Scorta Civica, Sicilia Camp, Vespri Siciliani, Univoce.

Gruppi Facebook aderenti: Autoinformazione, Facciamo di Palermo una città europea, Popolo Viola Sicilia.

Con la gentile collaborazione di: Antimafia Duemila, Balarm, Combomastas, Malerbe, Mikalsa, Orchestra Popolare Rosa Parks, Radio 100 passi, Radio Time, Rosalio, Teatro Garibaldi, Telejato, VM Agency Srl.

Il futuro del turismo in Sicilia? Se ne parla alla Travel ExpoIn 2012

25 gennaio 2012 Daniela Nessun commento

Il San Paolo Palace è pronto per ospitare la terza edizione di Travel ExpoIn, l’appuntamento con l’offerta turistica di eccellenza che vedrà, dal 27 al 29 gennaio 2012, Palermo protagonista di incontri, convegni, seminari ma principalmente di un’area espositiva dedicata agli operatori dell’incoming per buyer ed operatori della domanda, interessati a sviluppare business in un mercato teso a trasformare le potenzialità in opportunità. Un piacevole week-end di lavoro dedicato a quella imprenditoria turistica produttiva disposta a scommettere su qualità, managerialità, creatività, formazione, innovazione. Un’opportunità per favorire l’incontro tra domanda ed offerta, puntando a sviluppare nuovi flussi turistici, consolidando quelli già avviati ed individuando nuove strategie. Un evento che già nelle precedenti edizioni ha contribuito a innovare il mercato turistico siciliano e a favorire indicazioni utili per sviluppare vecchi e nuovi contatti di lavoro. Il primo appuntamento è fissato per venerdì 27 a Palazzo Steri dove dalle ore 9.30 avrà luogo il Meeting Internazionale dal titolo OLTRE IL TURISMO: la civiltà del viaggio come mezzo di dialogo interculturale per esploratori, viaggiatori e turisti di oggi e domani, organizzato in collaborazione con Skal International Palermo. Un incontro che vedrà la partecipazione di autorevoli studiosi del fenomeno turistico ed importanti operatori del settore. Seguirà al San Paolo Palace alle ore 15.00 l’inaugurazione della manifestazione e l’incontro “La Sicilia come non l’avete mai vista” a cura di Elisabetta Calandrino. Alle 16.00 invece l’appuntamento è con “La Vetrina dei Progetti”, giunta alla 3^ edizione e organizzata dalla Logos Comunicazione & Immagine con la collaborazione di ARTU’ (Associazione Ricercatori Turismo), del Dipartimento di Beni Culturali, Storico-Archeologici, Socio Antropologici e Geografici dell’Università di Palermo e del Centro Universitario Tecnologie per la Promozione del Turismo Culturale. Fiore all’occhiello di Travel ExpoIn, l’iniziativa nasce con l’obiettivo di sostenere i progetti ad alto valore creativo ideati da giovani talenti nei settori della cultura, del turismo e della valorizzazione ambientale. Sabato 28 gennaio si svolgeranno invece, nella sala conferenze del San Paolo Palace Hotel, l’Open Forum dal titolo Presente e Futuro dei Distretti Turistici (h.9.30) e nel pomeriggio il seminario Operatori Turistici: In Viaggio verso il futuro. Durante la tre giorni sarà allestito anche uno spazio espositivo aperto al pubblico e agli operatori turistici fino alle ore 13.00 di domenica 29 gennaio.

Programma e info
http://www.travelnostop.com/e_trexpoin/3.php

Da Porta a Porta la Sicilia di Ferdinando Scianna

1 gennaio 2012 Daniela Nessun commento

E’ un legame profondissimo quello tra Ferdinando Scianna e la sua amatissima Sicilia. Un passione sfrenata che l’abile maestro ha tradotto in immagini che fino al prossimo 22 gennaio 2012 resteranno custodite tra i due antichi ingressi della città: Porta Felice e Porta Nuova. In mostra meravigliosi scatti che dal bianco e nero si caricano pian piano di colore, ritraendo la più personale visione del maestro, attraverso un viaggio che dalla storia del nostro passato giunge ai nostri giorni. Suggestive immagini attraverso le quali Scianna racconta la sua terra natia, quella Sicilia che ha esportato nel mondo, con la magia e la bellezza dei suoi luoghi e la solitudine che, a tratti, coglie i suoi uomini. In un doppio allestimento, tra i poli opposti dell’originario Cassaro di Panormus, nelle prestigiose sedi del Loggiato San Bartolomeo e l’Oratorio S.S. Elena e Costantino appena ristrutturato e restituito per la prima volta alla città. A collegare le due location un simbolico percorso tracciato da 70 banner bifacciali appesi lungo l’asse viario di Via Vittorio Emanuele. Qui, in bella vista animano l’antica via le opere di oltre centoquaranta giovani artisti che hanno partecipato al concorso, bandito qualche mese fa, dal titolo “Disegna per Ferdinando Scianna”.

 

Ingresso gratuito
Oratorio SS.Elena e Costantino
lunedì _ sabato dalle 8.15 alle 17.40
domenica e i festivi dalle 8.15 alle 13
 
Loggiato San Bartolomeo
martedì _ venerdì dalle 9 alle 13.30 e dalle 16 alle 19.3
sabato e domenica dalle 9 alle 13.30.
 
 

Palermo promuove “L’acqua specchio della vita” per la Settimana di Educazione dello Sviluppo Sostenibile

5 novembre 2011 Daniela Nessun commento

“A come Acqua” è il titolo della Settimana di Educazione dello Sviluppo Sostenibile promossa e patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per L’Unesco, che dal 7 al 13 novembre animerà le piazze, le scuole, i teatri, le biblioteche di tutta Italia per ricordare la più importante fonte di vita e di benessere del pianeta.

 L’Assessorato al Turismo del Comune di Palermo, in collaborazione con il Servizio di Promozione del Turismo e dell’Immagine della Città di Palermo dell’Unità Operativa 1, partecipa alla manifestazione con il progetto “L’acqua specchio della vita” che si articolerà in  tre momenti diversi:

Lunedì 7 novembre a Palazzo Comitini, sede della Provincia Regionale di Palermo, si svolgerà una tavola rotonda che vedrà i docenti universitari dell’università di Palermo A. Angelini, R. Cedrini, S. Monteleone, S. Riggio e G. Viviani trattare l’argomento sotto l’aspetto naturalistico, geologico ed antropologico.

Mercoledì 9 novembre, dalle ore 15.30 alle ore 18.30, a Villa Trabia seguirà un momento ludico con  gli allievi delle scuole primarie dell’VIII Circoscrizione che riceveranno il materiale didattico dall’Associazione Extroart_Palermo e simpatici gadget a tema dall’Amap.

Il terzo momento infine, giovedì 10 e venerdì 11 novembre si svolgerà con la visita del Castello della Favara  o Maredolce, che si trova nella zona di Brancaccio. Il Castello, ancora in parte da ristrutturare, è strettamente collegato al progetto in questione poiché si trova alle falde di Montegrifone e perché attorno ala castello si estendeva un parco ricco di corsi d’acqua ed animali esotici. La struttura è in stile islamico, risale al XII secolo e si trovava all’interno del Fawwarah (in lingua araba: fonte che ribolle). Ruggero II fece realizzare attorno al Castello un laghetto artificiale di circa 17 ettari, immerso nel parco dove lui sovente andava a caccia. Nel XVI secolo la sorgente si prosciugò ed il sito divenne una fertile area agricola ancora oggi esistente.

Le visite saranno coordinate dal Prof. Montagna del Liceo Scientifico Basile, che il 18 novembre  presenterà anche una pubblicazione sul Castello, e dall’Associazione Maredolce presieduta dal Dott. Domenico Ortolano.

Il progetto è stato realizzato a costo zero per l’Amministrazione grazie alla collaborazione della Sovrintendenza BB.CC, della Provincia Regionale di Palermo, delle Associazioni culturali  Archikromie, Extroart_Palermo e Maredolce, il Liceo Scientifico Basile e  l’Amap.

Al via la XXXVI edizione del Festival di Morgana

4 novembre 2011 Daniela Nessun commento

Inugura questa sera con la mostra “L’Opera di Emanuele Luzzati. Bozzetti, modellini e figurini”, realizzata in collaborazione con il Museo Luzzati di Genova, il XXXVI Festival di Morgana che quest’anno vede alternerarsi, tra la sala teatro del Museo Antonio Pasqualino ed il Teatro Dante di Palermo, le più importanti Compagnie di marionette europee: la Compagnia Carlo Colla e Figli di Milano, il National Marionette Theatre di Praga, il Marionettentheater di Salisburgo e la Marionettistica dei Fratelli Napoli di Catania. Saranno proposte le riduzioni per marionette di opere liriche come Il Trovatore di Giuseppe Verdi, il Flauto Magico e il Don Giovanni di Mozart, e la Cavalleria Rusticana di Mascagni.

La rassegna è realizzata grazie al contributo del Ministero dei Beni e delle attività culturali – Dipartimento dello spettacolo dal vivo; dell’Assessorato del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e dall’Assessorato dei beni culturali e dell’identità siciliana della Regione Siciliana e con la partecipazione del CIDIM di Roma e della Fondazione Ignazio Buttitta di Palermo. Ogni spettacolo sarà introdotto dagli illustri musicologi di fama internazionale Paolo Emilio Carapezza, Gioacchino Lanza Tomasi e Piero Violante e da giovani studiosi di musicologia: Giuseppe Collisani, Angela Fodale, Ilaria Grippaudo, Monika Prusak e Giuliano Scalisi. “Il Festival di Morgana permette ogni anno di far rivivere, attraverso le performance teatrali, i pezzi museografici esposti all’interno del Museo delle marionette di Palermo – spiega Marianne Vibaek, Presidente dell’Associazione per la conservazione delle tradizioni popolari – in questi anni ha valorizzato la cultura del teatro di figura internazionale in Italia, invitando a partecipare compagnie provenienti dall’India, dalla Birmania, dal Vietnam, dalla Cambogia, dalla Turchia, da Bali”. “Dopo avere approfondito nelle passate edizioni i temi dell’Orlando Furioso e dell’Orlando Innamorato – afferma Rosario Perricone direttore del Museo – il XXXVI Festival di Morgana mette in relazione le marionette e l’opera lirica. Dopo dieci anni di grandi sforzi e eccellenti risultati ci sembrava giusto concludere un ciclo iniziato nel 2001 con la proclamazione, da parte dell’Unesco, dello spettacolo dell’opera pupi come Capolavoro orale e immateriale dell’umanità, con questo festival dedicato alle marionette che stanno alle origini dell’opera dei pupi stessa”.

PROGRAMMA

Venerdì 4 novembre ore 19.00 inaugurazione della mostra “L’Opera di Emanuele Luzzati. Bozzetti, modellini e figurini”. Bozzetti, modellini e figurini originali selezionati dalle oltre 150 scenografie che Luzzati ha firmato per la messa in scena di opere liriche nel corso della sua carriera artistica. Il Flauto Magico, L’Italiana in Algeri, La Cenerentola, Carmen, Don Giovanni sono solo alcuni tra i titoli delle opere per cui Luzzati ha realizzato le scene e talvolta anche i costumi.

Sabato 5 novembre alle ore 21 presso il Teatro Dante di piazza Lolli in città, la Compagnia Carlo Colla e Figli di Milano, porta in scena la riduzione per marionette dell’opera lirica “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi. La Compagnia Marionettistica Carlo Colla e Figli vanta quasi trecento anni di attività nel campo del teatro di figura ed i suoi spettacoli, proposti sia a livello nazionale che internazionale, si rifanno ad un repertorio che spazia dall’opera lirica (Aida, Nabucco, Il Trovatore), al balletto (Excelsior, Petruschka, Sheherazade), al romanzo storico e popolare (Il giro del mondo in ottanta giorni, Guerrin Meschino, I Promessi Sposi) fino alla fiaba (Il gatto con gli stivali, Cenerentola, La lampada di Aladino, Alì Baba), alla zarzuela e all’azione coreografica. Introduce lo spettacolo Gioacchino Lanza Tomasi. La replica dello spettacolo è in programma domenica 6 novembre ore 17.45 introduce Angela Fodale.

Mercoledì 9 alle ore 21, presso il Museo Antonio Pasqualino, lo spettacolo proposto dal parigino ensemble Fuoco E Cenere con il burattinaio Bruno Leone dal titolo “Pulcinella o la libertà ritrovata”. L’ensemble Fuoco E Cenere riunisce cantori-poeti e musicisti virtuosi che attraverso il suono di strumenti antichi ripropongono un repertorio a colori che va dal Medioevo fino ai nostri giorni, con particolare attenzione al XVI, XVII e XVIII secolo. Questo concerto si inserisce nel quadro di una collaborazione oramai consolidata tra l’Associazione per la musica antica Antonio Il Verso e il Museo Antonio Pasqualino, nell’intento di individuare il grande repertorio musicale che si può legare direttamente o indirettamente a quello della tradizione folklorica. Il burattinaio Bruno Leone, nel 1978 apprende l’arte della Guarattella (burattino napoletano) da Nunzio Zampella, ultimo depositario di quest’arte napoletana. Adottando lo stile e il canovaccio dei suoi predecessori, con la sua attività Bruno Leone propone spettacoli che sono incontri, lezioni e racconti nello stesso tempo. Introduce gli spettacoli Giuseppe Collisani La replica dello spettacolo è in programma giovedì 10 novembre ore 21.

Sabato 12 novembre alle ore 21, sempre al Museo Antonio Pasqualino, grande attesa per il National Marionette Theatre di Praga che porta scena il “Don Giovanni” di Mozart. Lo spettacolo del Teatro Nazionale delle Marionette di Praga si inserisce a pieno titolo nella lunga e importante tradizione del teatro delle marionette, diffusosi in Boemia sin dalla metà del Settecento, in cui le apprezzatissime compagnie praghesi erano già protagoniste di lunghe tournée in tutta Europa. Il Don Giovanni è uno spettacolo che va oltre la tradizione del connubio tra opera lirica e teatro delle marionette. Infatti, la brillante e puntuale regia di Karel Brozec gioca con le bellissime marionette di Anna Ciganova e con le voci registrate di star della lirica ceca, creando un intreccio di comicità contemporanea che mette in campo almeno tre livelli di possibile lettura, rendendo il tutto esilarante e irresistibilmente coinvolgente. Introduce gli spettacoli Paolo Emilio Carapezza. La replica dello spettacolo è in programma domenica 13 alle ore 17.45.

Mercoledì 16, ore 21 Museo Pasqualino, prima nazionale di “Cavalleria Rusticana” di Mascagni, riduzione per l’opera dei pupi portata in scena per la prima volta dalla Marionettistica Fratelli di Napoli di Catania e prodotto dal Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino. “Il fatto che i nostri pupi avessero già in passato sperimentato la messinscena di altre opere liriche, ci ha incoraggiato a raccogliere la sfida lanciata da Rosario Perricone – spiega Alessandro Napoli - per la prima volta dunque, all’Opira catanese, Cavalleria rusticana di Mascagni quasi per intero! Il “quasi” è dipeso da necessarie esigenze di adattamento. Poiché il palcoscenico dell’Opira non è grande quanto quello di un teatro lirico, abbiamo dovuto espungere parte dei cori e abbiamo dovuto segmentare l’unico ambiente scenico del melodramma in quattro “microambienti di scena”, corrispondenti ai diversi momenti dell’intreccio. A inizio di spettacolo, per bocca delle nostre maschere, Peppininu e Titta, abbiamo voluto manifestare al pubblico le intenzioni del nostro lavoro. E …naturalmente, come vuole la tradizione catanese, non potevamo non rappresentarvi in presa diretta il duello rusticano con gran preparativo di sangue”. La famiglia Napoli rappresenta oggi l’antica e famosa tradizione dell’Opera dei Pupi catanese. Don Gaetano Napoli fondò la compagnia nel 1921, affidandola successivamente ai tre figli Pippo, Rosario e Natale. I figli insieme all’infaticabile madre Italia Chiesa, parratrici, continuano a mantenere viva la tradizione. Introduce lo spettacolo Ilaria Grippaudo. La replica dello spettacolo è in programma giovedì 17 alle ore 21, introduce Monika Prusak.

Ultimo appuntamento per questa edizione del Festival di Morgana sabato 19 alle ore 21, con “Il Flauto Magico” di Mozart proposto dal Marionettentheater di Salisburgo, al Teatro Dante, di piazza Lolli in città. Il Marionettentheater di Salisburgo è composto da 12 marionettisti, dotati di grande musicalità, manualità e abilità nel manovrare le marionette in scena, interpretando e dando vita a tutti i diversi personaggi degli spettacoli messi in scena. Le tecniche di recitazione applicate dalla compagnia rappresentano un modello per il teatro di figura di tutto il mondo. La preparazione dei marionettisti, che si svolge esclusivamente all’interno del teatro, richiede lo stesso tempo e la stessa costanza necessari allo studio di uno strumento musicale. Per ogni produzione del repertorio vengono realizzate da 20 a 90 marionette da portare in scena. Attualmente il Marionettentheater di Salisburgo vanta un cast di ben 500 marionette. La compagnia propone opere di diversi compositori come The Sound of Music opera classica di Salisburgo, il balletto Lo Schiaccianoci di Tchaikovsky e Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare. Tra le produzioni per bambini si segnalano Pierino e il lupo e Toy Shop. Introduce la serata Piero Violante. La replica dello spettacolo è in programma domenica 20 ore 17.45, introduce Giuliano Scalisi.

Biglietti € 15- € 10 Abbonamenti € 45 – € 35 (universitari e studenti Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini)
Per info: www.festivaldimorgana.it
Museo A. Pasqualino P.tta A. Pasqualino 5 Palermo Tel.               091 328060       
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline