Home > Cultura, Eventi, Turismo > Igor D’India da Marsala a Torino sulle orme dei Mille in bicicletta

Igor D’India da Marsala a Torino sulle orme dei Mille in bicicletta

Un uomo, il mito di Giuseppe Garibaldi, una bici da corsa di seconda mano, 1800 chilometri da percorrere in tre settimane, un cappello portafortuna per difendere almeno la testa dal caldo e dalla pioggia e un iPhone per raccontare su Internet con foto e filmati, oltre un secolo e mezzo dopo, il percorso delle mille “Camicie rosse” garibaldine.

Sarà la forza della storia – che è stata fatta e che si vuol nuovamente raccontare al tempo del Web 2.0 – ad accompagnare l’impresa di Igor D’India, 27 anni, documentarista di professione, che ha deciso di rifare in bicicletta, ma da sud verso nord, il mitico percorso del Mille che contribuì all’Unità d’Italia. A questa si aggiunge la voglia di raccontare il Paese di oggi, vissuto metro per metro in un viaggio faticoso già per ciclisti navigati.

Igor partirà l’1 agosto da Marsala, con la bici, quattro cianfrusaglie messe alla rinfusa sul portapacchi e un telefono palmare per documentare il suo viaggio, con lo scopo di risalire lo stivale e raggiungere la statua di Garibaldi in piazza Castello a Torino. E naturalmente non mancherà di toccare i luoghi celebri del Risorgimento: Calatafimi, Teano e Quarto in primis.

«Non sono un nazionalista – tiene a specificare Igor –e lungi da me l’intenzione di celebrare il mio Paese con i toni retorici e grotteschi usati in tv. Al contrario, sono spinto dall’ entusiasmo di un’idea: che ci piaccia o no, siamo tutti parte di una preziosa eredità costata sangue e sogni infranti. E come eredi, abbiamo delle responsabilità: conoscere e proteggere».

Per chi volesse seguire il percorso di Igor su Internet può documentarsi sul sito www.igordindia.it/myblog.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...

SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline