Home > Cultura, Eventi, Spettacoli > All’Agricantus Tony Canto presenta “Italiano Federale”

All’Agricantus Tony Canto presenta “Italiano Federale”

22 febbraio 2011 Daniela

Con Italiano Federale lo chansonnier Tony Canto, come lui stesso ama dire di sé, si conferma uno degli artisti e compositori più vivi e di maggior talento ed intelligenza artistica che oggi abbiamo in Italia. E non contano le sue produzioni di successo con Mannarino, Mario Venuti, Patrizia Laquidara, Arto Lindsay, Paolo Buonvino, Joe Barbieri (nell’ultimo cd Maison Maravilha), il suo talento e la sapienza nel rendere musica le intuizioni e i sogni. Contano le canzoni che scrive anche per sé, visto che le scrive con un antico magistero ed una profonda sapienza artistica, condita da quel sentimento pirandellianamente popolare, che lo rende unico e speciale. Unisce così in questo suo nuovo disco, il terzo da solista, due sentimenti solo apparentemente agli antipodi: ironia e nostalgia. E ne fa un mixup che rende tutto in levare, ritmico e melodico nello stesso momento. Una musica che non si risparmia e che chiude laddove il tempo impone di chiudere. Senza un secondo di troppo, una citazione in eccedenza. Lo chansonnier Tony Canto canta il suo essere, al di là di qualunque contaminazione. Prende la chitarra in mano da tanti anni e così magicamente fa riemergere il sapore della sua terra, che non è solo la Sicilia, ma la nostra Italia tutta. Suona gli accordi e registra ciò che canta, le parole e la musica vengono fuori come in un processo di possessione. Riaffiorano ogni volta via via il Brasile tanto amato, la bossa nova, Jobim, Cuba, il sapore del carnevale, i luoghi della vita e quelli della mente. I grandi sogni. Perché le canzoni sono piccoli grandi sogni. In ogni canzone, e questo succede così anche in quest’opera, riaffiorano i luoghi, i viaggi per l’Africa dove la gente tutto il giorno per strada canta le proprie canzoni e non sembra campare di altro. Riaffiora il grande Mimì, ovvero Domenico Modugno. Il bronzo che si fa oro. Basta in fondo solo una chitarra ancora ed un testo e tutto il resto è solo condimento. Così è nato Italiano Federale, in cinque giorni, confessa Tony Canto, perlomeno nella sua vera essenza. Cinque giorni di session con gli amici di sempre: Franco Barresi alla batteria, Giovanni Arena al contrabbasso, Flavinho Vargas e poi Luca Scorziello alle percussioni, Peppe Russo alla fisarmonica. C’è dentro anche un duetto con la romana Pilar, che sarà una sua nuova produzione artistica. Italiano Federale perché è un sentimento molto italiano che viene percepito soprattutto dall’estero, perché ci hanno convinto di essere italiani federali solo per avere uno stipendio da parlamentare. Un brano che cade esattamente nel 150esimo anno dell’Unità d’Italia. Italiano Federale dove le ragioni dell’economia hanno fatto fuori il sentimento nazionale. Si può essere allora felici solo riportando i nostri piedi sulla terra. Ne è nato un disco abbastanza politico, ma senza polemica, vuole dirci Tony. Un disco così di amore per l’Italia. Così come canta in Ti Amo Italia. Ogni canzone segue questo mood. Bonjour Mademoiselle, dove c’è un italiano nostalgico che deve tenere alta la bandiera del latin lover italiano. Nu mi ni vaju, immancabile tarantella siciliana. Si fa per dire! Ne Il pasionario invece si fa aiutare dalla penna di Garcia Marquez nell’immaginare questo novantenne cubano che dopo aver festeggiato il proprio compleanno a prostitute, rinvigorito, parte per l’Italia cercando di fare la sua rivoluzione. L’amore per il bel canto poi è l’altra caratteristica di Tony Canto. Gioco di cognomi? Cuore Visionario lo dimostra appieno. Un italiano che viaggia il mondo, ma che poi decide di tornare: il dolore è sempre l’altra faccia dell’amore. Ne Il superstite mescola italiano e siciliano e compie il miracolo di farli diventare un’unica lingua. Un don Chisciotte in terra ed un Ulisse emigrato.

Due immagini che rappresentano due tra i tanti personaggi, veri e letterari, che spesso entrano nelle canzoni di Tony Canto. Una musica così dove il mito e la realtà camminano a braccetto con straordinaria leggerezza.

GIOVEDÌ 24 FEBBRAIO ORE 21.30

INTERO 12,00 + 1 PREV
RIDOTTO CARTE euro 10,00 + 1 PREV
RIDOTTO UNDER 30 OVER 60 euro 7,00 + 1 PREV
INTERO WEB euro 9,00

Categorie:Cultura, Eventi, Spettacoli Tag:
I commenti sono chiusi.
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline