Home > Cultura, Eventi, Spettacoli, Turismo > Al Teatro Al Convento ancora due repliche di “Vuccirìa in Piazza”

Al Teatro Al Convento ancora due repliche di “Vuccirìa in Piazza”

16 novembre 2010 Daniela

Ironia e tradizione in un racconto pieno di fascino.

Ultime due repliche per lo spettacolo, “Vucciria in Piazza”, del frizzante ed eclettico attore palermitano Stefano Piazza. L’appuntamento al teatro “Al Covento” di Palermo è fissato per  giovedì 18 e giovedì 25 novembre alle 21.30

Una piece che guarda in chiave ironica agli stereotipi legati ai palermitani, riprendendo la tradizione del racconto popolare.

Stefano Piazza, al di fuori dell’ormai consueto cliché del siciliano critico nei confronti della sua terra, è continuamente alla ricerca delle sue origini e delle tradizioni.  Gli odori, i sapori, i profumi sono visti con l’occhio ingenuo di chi, in modo disarmante e forse senza saperlo, evidenzia il confine labile tra il reale e l’assurdo di questa nostra amara terra. La stessa che Sciascia definì irredimibile.

Utilizzando lo stile del racconto delle storie siciliane illustra inoltre caratteristiche e luoghi del nostro territorio a lui cari, con un omaggio a Renato Guttuso che va ben oltre la scelta del titolo di questo spettacolo, e il racconto di quel tempo in cui il capoluogo siciliano visse un periodo magico della vita culturale italiana.

Molte sono le performance musicali, con le musiche affidate ai virtuosismi straordinari di Toni Greco alla chitarra. Stefano Piazza sfrutta poi le sue doti musicali concedendosi il divertimento di canzoni ironiche spesso da lui stesse scritte.

Lo spettacolo è una serie di monologhi forti e di duelli verbali, che suggerisce un nuovo utilizzo della parola, del parlato dialettale. Il risultato è uno spettacolo esilarante, che lascia un sorriso spesso amaro, ma sempre con un ritmo serrato e travolgente.

Stefano Piazza è un attore comico che legge a suo modo le strane regole della società di oggi. Attento a tutti i cambiamenti, li analizza nei suoi monologhi, proponendo battute che prendono di mira tutti gli aspetti: la politica, i rapporti interpersonali, la televisione, il calcio. Un testo difficile, dissacrante e profondamente autoironico.

Conosciuto per le sue performance satiriche e spesso irriverenti, ha dato vita a un personaggio televisivo “l’onorevole Pino Occhio”, utilizzando un miscuglio tra fantasia e satira, raccontando attraverso il suo personaggio il lato paradossale della nostra quotidianità e di ciò che succede in Italia. Vanta diverse collaborazioni con artisti nazionali di tutto rispetto, con i quali e grazie ai quali si è esibito in innumerevoli spettacoli, da Giovanni Cacioppo a Ivan Fiore, Rocco Barbaro e Dario Vergassola, da Nino Frassica a Ernesto Maria Ponte, che di questo spettacolo cura la regia.

 Il costo dei biglietti è di 8 euro per l’intero e 5 euro per il ridotto. Per informazioni: info@kronoseventi.it oppure  091.6374430 – 393 0803168.

(Da. Ge.)

Categorie:Cultura, Eventi, Spettacoli, Turismo Tag:
I commenti sono chiusi.
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline