Home > Cultura, Eventi, Spettacoli, Turismo > PRESENTATA LA 79a STAGIONE CONCERTISTICA ASSOCIAZIONE SICILIANA AMICI DELLA MUSICA‏

PRESENTATA LA 79a STAGIONE CONCERTISTICA ASSOCIAZIONE SICILIANA AMICI DELLA MUSICA‏

15 ottobre 2010 Daniela
E’ con una citazione di Leibniz che il direttore artistico degli Amici della Musica ha aperto oggi la presentazione della 79a Stagione Concertstica dell’Associzione Siciliana: - B isogna auspicare al “migliore dei mondi possibili”, confrontandoci con i tempi che corrono. Tempi in cui sono stati tagliati ben 1.299.000 euro alle associazione concertistiche Siciliane, dunque in cui ne rimangono, a fronte di uno stanziamento attuale, solo 831 mila per per tutte le realtà musicali in Sicilia.

Ma nonostante tutto, Gli Amici della Musica di Palermo non temono di presentare una Stagione dalla «bellezza un po’ austera», che inaugurerà il 15 novembre 2010, segnata dall’inizio di una grande Integrale dei Quartetti per archi di Beethoven (che si concluderà nel 2012) e dall’omaggio a Chopin del pianista cinese Yundi Li. Una Stagione che sembra concedere meno spazio allo star system e alle mode del momento, per riallacciarsi ai grandi temi/valori della musica colta, ma che tuttavia trova, nel corso dell’anno, diverse, nonchè usuali per l’Associazione, aperture al molteplice: è il caso delle composizioni da camera di Paolo Conte (dedicate al Trio Debussy), del debutto siciliano di Elio nella “versione in forma di concerto” del Giornalino di Gian Burrasca di Nino Rota e Lina Wertmuller, dell’audace concerto di Giovanni Sollima e Giuseppe Andaloro, del “jazz all’italiana” dell’Orchestra Maniscalchi e della sperimentazione audio/video di Palermo Sonic Graffiti (inedito progetto di Alvin Curran e Domenico Sciajno).

In evidenza anche l’apertura ai giovanissimi: istituita, infatti, una vera e propria rassegna per bambini, “Bimbi a Teatro” (tra gli altri, una novità come Magaria, testo di Andrea Camilleri su musiche di Marco Betta che vedrà la regia di Alfio Scuderi, e una formula di abbonamento per i piccoli, “Prendi 10 anche in musica”, dove con 10 euro i giovanissimi possono vedere 10 spettacoli “per grandi”.

Categorie:Cultura, Eventi, Spettacoli, Turismo Tag:
I commenti sono chiusi.
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline