Home > Cultura, Eventi, Percorsi Lab > Dal 24 al 26 settembre il Baglio alla Zisa ospita Il corpo della voce di Miriam Palma

Dal 24 al 26 settembre il Baglio alla Zisa ospita Il corpo della voce di Miriam Palma

20 settembre 2010 Daniela

Si tratta di un laboratorio affascinante, che propone un percorso che mira a trovare una relazione interna tra la respirazione, la voce, il canto, la parola, il corpo, le emozioni, per creare un’unica entità espressiva.

Molte volte questi argomenti vengono affrontati in maniera separata, come se si trattasse di pezzi isolati, il percorso proposto vuole andare a indagare le grandissime connessioni tra questi elementi per dare una maggiore coscienza e consapevolezza della relazione profonda che esiste tra la respirazione-voce-corpo-emozioni.

La voce di cui si parla vuole essere la manifestazione degli stati d’animo dell’individuo, la voce che sussurra, che parla, che canta, che urla, che ride, che piange, che sta in silenzio, a seconda della temperatura emotiva il respiro- voce- parola si trasforma in canto, e poi ancora fino a diventare puro  suono vocale.

Per esplorare lo spazio vuoto del canto e dell’essere, cercare di restituire un’appartenenza alla voce di ciascuno, andando al di là di quelli che sono gli stereotipi riguardo alla vocalità e avvicinare i partecipanti a una condizione di benessere ricreativo, indispensabile per l’essere umano.

Per avere un rapporto più “sereno”con  la propria voce e godere di quei  doni che la natura ci ha regalato.

Una delle qualità più affascinanti della voce è quella di esserci anche da lontano, sentire una voce non equivale a vedere un corpo, ma da un corpo è prodotta; importanza fondamentale dunque la possibilità di rilassare, ammorbidire e rendere elastiche le fasce muscolari affinché la voce esca con morbidezza e non spinta fuori.

Miriam Palma. Cantante- vocalist –ricercatrice, vive a Palermo dove si è laureata, nel 1995  fonda il centro di Vocalità canto teatro “ Il Corpo della voce” . Si è dedicata fin da giovanissima alla ricerca vocale, studiando diverse tecniche canore praticate nel mondo: canto armonico, emissione di diplo e triplofonie e altre diverse potenzialità che la voce umana è in grado di esprimere, coltivando l’interesse e la pratica della tradizione canora siciliana-mediorientale, della lirica, dando vita ad un linguaggio espressivo originale, attento all’improvvisazione, alla scrittura,  alla ricerca poetica, narrativa e teatrale. Ha studiato tecnica di canto con Marisa Raineri, corsi di perfezionamento vocale con Michico Hirayama, Sainkho Namtchylak. Si è formata come attrice partecipando per diversi anni ai laboratori teatrali condotti da Vincenza Modica attrice del teatro di Antonio Neweillar , laboratori condotti da Leo De Berardinis, e frequentando il teatro di Enzo Moscato, Toni Servillo, Mario Martone. Tenendo conto del potere terapeutico della voce comincia un percorso tra “medicina e arte”, approfondisce la conoscenza della bioenergetica e integrazione posturale studiando con il maestro Jack  Painter, mettendo in pratica una propria tecnica che coniuga integrazione posturale, canto e teatro. E’ stata chiamata ad insegnare e a portare il suo spettacolo “ I Paesi del nullaall’Istitute Living Voice di Marsiglia (uno dei centri più prestigiosi di ricerca vocale, dove sono state invitate personalità come Diamanda Galas, Sainkho Namtchylak, Meredith Monk). Ha tenuto conferenze e seminari, per l’università di Chieti, Palermo, Bologna, Catania. Ha partecipato con i suoi spettacoli ai più importanti festivals Europei ed Internazionali.

Per informazioni e/o iscrizioni chiamare il 339 6587379 o il 331 9182347 o scrivere a info@lecittainvisibili.com

Categorie:Cultura, Eventi, Percorsi Lab Tag:
I commenti sono chiusi.
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline