Home > Cultura, Eventi, Percorsi Lab, Spettacoli, Turismo > Al Palazzo dei Benedettini di Cinisi la III edizione di Scruscio…Note di Sicilia

Al Palazzo dei Benedettini di Cinisi la III edizione di Scruscio…Note di Sicilia

28 luglio 2010 Daniela

Parte giovedì 29 luglio 2010, “SCRUSCIO…NOTE DI SICILIA”, la manifestazione giunta alla sua III edizione, che nasce ogni anno dalla voglia di valorizzare artisti che del dialetto, utilizzato come vera e propria lingua, ne hanno fatto un’arte. La direzione artistica e la conduzione sono curate da Massimo Minutella che, in collaborazione con la Cooperativa Il Melangolo, ha portato con dedizione la rassegna fino al terzo anno di vita. Scruscio, dunque, nasce dalla voglia di portare ancora una volta, in una piccola cittadina come Cinisi, la forza e la vitalità di chi vuole farsi sentire, di chi ha voglia di riscatto, oggi come negli anni di Peppino Impastato e di Radio Aut, di chi ha voglia di aggregazione, spettacolo, musica. Il format della manifestazione è uno “storytellers”, dove l’artista si racconta attraverso il mezzo che più gli è congeniale: in musica, versi o parole, rigorosamente in dialetto siciliano. La rassegna quest’anno è stata realizzata grazie al sostegno dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e delle Identità Siciliane che l’ha inserita tra le iniziative direttamente promosse, e grazie al contributo della Fondazione Federico II, del Comune di Cinisi, dell’Assessorato Regionale del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo e dell’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari. Inoltre tre sono gli sponsor privati che hanno appoggiato la manifestazione: Autosystem e Diesse. Teypat arrederà e correderà la location della manifestazione. Due i media partner: Radio Action, che seguirà in diretta sera per sera l’intera rassegna e Rosalio, tutti i giorni on line, appuntamento dopo appuntamento. Tre gli ospiti d’eccezione: Luca Barbarossa, che chiuderà la serata di venerdì 30 luglio. La serata conclusiva sarà ricca di sorprese. Ospite del band Sicily Stars sarà Richard Smith che con la sua chitarra darà alla rassegna un’inflessione “d’oltreoceano”. Perché, per citare il maestro Pino Caruso, terza special guest di “Scrusio..note di Sicilia”: «In sicilia abbiamo tutto…è il resto che ci manca”!».

 IL PROGRAMMA

 Giovedì 29 luglio Il primo a raccontarsi sarà Marcello Mandreucci, attraverso le sue ultime canzoni nate in dialetto siciliano. I brani anticiperanno l’uscita del suo terzo album (a distanza di 5 anni dal precedente “barber shop”), la cui uscita è prevista tra dicembre 2010 e gennaio 2011. A seguire Sasà Salvaggio e i suoi dialoghi tratti in parte da “Siciliani Brava Gente”, in parte da “Racconti di Sicilia”, storia dell’umorismo siciliano, registrato al Teatro Massimo di Palermo e vincitore di un Oscar al Sicilian film festival di Miami 

Venerdì 30 luglio  Giuseppe Castiglia scalderà il pubblico di “Scruscio” elencando pregi e difetti dei siciliani di Catania, attraverso il suo più noto personaggio Saro Falsaperla. Ma sarà la musica di Luca Barbarossa a chiudere questa serata di fine luglio. Il cantate, special guest nazionale della manifestazione, si racconterà attraverso i suoi più grandi successi, partendo da pezzi storici come “Roma spogliata” fino ad arrivare a brani di oggi come “Via delle storie infinite” passando per “Via margutta” e “Portami a ballare”. Presenterà inoltre, in esclusiva per “Scruscio”, una serenata in dialetto romano di Romolo Balzani, autore storico del “Barcarolo Romano”, mai portata da Barbarossa sul palcoscenico.

A seguire, grazie all’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari, è prevista la degustazione di prodotti tipici casearei di derivazione della “vacca cinisara”.

 Sabato 31 luglio Giovanni Cangialosi si racconterà portando in scena piccoli monologhi di vita quotidiana tratti dai suoi show “eccheciò scritto Giocondo” e “”Suocera mia torna a casa tua”. E ancora sabato è previsto un momento musicale con The Acappella Swingers, per un viaggio che parte dall’America degli anni ’50 e arriva fino ai giorni nostri. La band canterà degli emigranti italiani in America che hanno dato vita al noto “Doo-wop” (du-ap), fino ad arrivare al fermento musicale degli anni ’60, toccando le antiche melodie del canto popolare siciliano. Ad arricchire la suggestione di questo viaggio, il contrabasso di Adriano Cristaldo, che con un sapore jazz, accompagnerà le voci di Dario Greco, Gemma La Pergola, Elisa Caudullo e Marco Tinnirello, per un connubio inedito che rafforza l’originalità dello spettacolo e l’eleganza old style del gruppo. La comicità di Paride Benassai chiuderà il programma di questo sabato di fine luglio: l’attore, insieme alla sua chitarra, si racconterà attraverso il suo teatro popolare e i suoi 30 anni di carriera, approfittando di repentine escursioni e incursioni nei suoi spettacoli più celebri, tra i canti e i “cunti” che l’hanno reso ciò che è oggi.

 Domenica 01 agosto toccherà a I Sicily Stars, il gruppo musicale nato nel 2007 da un idea di Mara Eli e Alfredo Lo Faro, per un comune obiettivo: convogliare su un unico palco i più grandi musicisti siciliani apprezzati nel mondo con un repertorio internazionale caratterizzato dal coraggio e dal desiderio di non migrare, ma di continuare a vivere la Sicilia foriera di travagliate emozioni da tradurre in musica. La band, capitanata da Francesco Buzzurro, ha coinvolto ospiti nazionali ed internazionali: da Antonella Ruggiero, Brian Bromberg, da Dominiate Di Piazza ad Alex Acuna, spingendosi fino al grande Richard Smith, il chitarrista statunitense che ha conquistato le hit internazionali con il brano “Beyond the mountains” e che sarà l’ospite eccellente di questa serata. I Siciliy Stars dedicheranno buona parte del repertorio alla cultura mediterranea, passando da brani della tradizione reinterpretati in chiave pop jazz, avvalendosi dell’elegante presenza scenica e vocale dell’astro nascente Eleonora Abbruzzo. Un tributo a Mara Eli, leader e fondatrice della band prematuramente scomparsa, sarà il momento più emozionante: la band eseguirà il brano “come un Angelo” che l’avrebbe vista partecipare a Sanremo 2009. La formazione: Sebastiano Alioto,  Gaspare Costa, Totò Orlando, Giuseppe Milici, Eleonora Abbruzzo, Giovanni Buzzurro e Francesco Buzzurro. A chiudere la serata sarà il conferimento del premio Città di Cinisi, giunto alla sua II edizione (l’anno scorso lo ricevette Luigi Maria Burruano), al maestro Pino Caruso che per l’occasione si racconterà e ci racconterà della sua appassionante carriera.

 Tutti gli spettacoli avranno inizio alle ore 21.30 presso l’atrio del Palazzo dei Benedettini, sede del comune di Cinisi.

 L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

I commenti sono chiusi.
SEO Powered by Platinum SEO from Techblissonline